Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /homepages/32/d590586616/htdocs/clickandbuilds/PensaPositivo/wp-includes/post-template.php on line 284

In balia dell’essere

ac3

Parlando con un commerciante l’altro giorno su come il suo lavoro potrebbe trasformarsi in un vero e proprio viaggio magico lui mi chiese “Ma che vuol dire lavorare con l’essere e non solo con il fare? Se non faccio nulla come guadagno?”. Sono domande più che legittime che mi sono divertita a spiegare a lui così ho deciso di trascrivere qui le mie parole.

Per entrare nel mondo dell’essere dobbiamo trascendere il mondo della materia. Premetto che un breve articolo, o una breve conversazione in un negozio, non potranno mai offrire una spiegazione esauriente sull’essere. Io studio da dieci anni e tutt’oggi continuo ad imparare quindi questa spiegazione è deliberatamente semplificata ma non sminuita.

Il mondo dell’essere è collegato al nostro sentire, percepire, intuire. E’ il regno delle emozioni, del qui e ora. Per qualche breve istante semplicemente sei.

Ti sei mai trovato al tramonto sulla spiaggia a novembre? L’assenza di persone. Il silenzio umano. Il tuo respiro. Una leggera brezza fresca quasi invernale che ti accarezza. La canzone delle onde che si rallentano per accompagnare questo momento di chiusura della giornata. La tua mente che dolcemente si acquieta. Istintivamente cessano i pensieri, i monologhi mentali, il dialogo interno si ferma per entrare in comunione con questo momento. Per qualche breve istante sei uno con le onde, con il sole, con la brezza, con la natura, con l’Universo. Per qualche breve istante sei nel cuore, nell’anima, nell’essere.

“Si ok ma io non sono sulla spiaggia davanti al tramonto! Sono in negozio a lavorare!! Quindi?” Dice a questo punto il mio amico commerciante. Sorridendo gli spiego che l’essere è semplicemente una mente quiete, vuota, silenziosa, che lascia spazio alla pace che entra quando siamo in comunione con ciò che ci circonda. Nota bene che essere in comunione (con unione) significa appunto unirsi alle cose, eventi e persone che ci circondano. Non remare contro. Non fare resistenza. Ma fluire con il fiume della vita fidandoti che se rimani nella pace del silenzio mentale il fiume non ti porterà mai verso una pericolosa cascata.

Infatti grazie al silenzio mentale, che con un po’ di tempo ti abituerai a creare e a mantenere, le tue percezioni, intuizioni, e la tua creatività cresceranno in maniera esponenziale. Se in fondo al fiume c’è una cascata pericolosa la tua amplificata sensibilità percepirà il pericolo e tramite la tua bussola interna questo ti sarà comunicato (immagini, pensieri, suoni) affinché tu possa prendere le tue decisioni in totale libertà. Rimarrai sorpreso da quante soluzioni creative affioreranno nel tuo conscio per risolvere problemi e quanti problemi riuscirai a prevenire. I tuoi rapporti interpersonali così come il tuo reddito ne avranno beneficio immediato. E’ questa la magia dell’essere.

Non ci credi? Di sicuro non devi credere a me. Prova e credi alla tua esperienza. Impegnati a spegnere la mente e ad ascoltare quello che sale in superficie. Ci vuole un po’ di allenamento che all’inizio può essere faticoso ma non è difficile. Se lo vuoi lo puoi fare. Se sei stanco di vivere preoccupato, stressato, e insoddisfatto, puoi ribaltare la situazione. Adesso sai come, e fammi sapere come va.

Fonte: http://www.evocoaching.com/spegnilamente/

Fammi sapere cosa ne pensi, lascia un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: